Bio-agricoltura Vigneti Olivete

Lavorare con la natura

La scelta di un’agricoltura più sana e sostenibile nasce nel 1985 con la decisione per allora in totale controtendenza di non utilizzare diserbanti e insetticidi. Negli anni successivi vengono selezionate le 600 viti madri che saranno utilizzate per i reimpianti dei vigneti, che iniziano nel 1988. Negli anni si concretizza sempre più l’approccio Biologico, che porta alla certificazione delle ulivete nel 1994 e nel 2000 alla certificazione di tutta l’azienda. Inerbimenti, compostaggio, concimazioni organiche e incremento della biodiversità sono i capisaldi di un approccio che salvaguarda la salute dei lavoratori e dell’ambiente. Un terreno più vivo e sano diventa anche un valore aggiunto per la qualità e la territorialità dei vini. Oggi con la guida delle direttive Delinat l’approccio al Bio diventa sempre più articolato e va ad includere tutte le pratiche aziendali. Con la creazione del Biodistretto del Chianti si lancia una sfida collettiva perché tutto il territorio sia gestito in maniera sostenibile seguendo i principi dell’agricoltura biologica.

Vigneti

La zona di Monti, quella più a sud del comune di Gaiole, da sempre ospita i vigneti della millenaria Badia a Coltibuono. Ad altitudini tra i 270 e i 330 m slm su terreni argilloso-calcarei il Sangiovese massale selezionato nei secoli trova condizioni ideali. Nel solco della più autentica tradizione chiantigiana anche il mantenimento di Canaiolo, Ciliegiolo e Colorino e la reintroduzione di Mammolo, Malvasia Nera, Pugnitello, Fogliatonda e Sanforte. La sfida del cambiamento climatico spinge ad adattare continuamente le pratiche mantenendo però le caratteristiche di unicità dei vini di Badia a Coltibuono.

La Cantina di Monti

Costruita nel 1997 come una moderna fortezza, ma nel rispetto del paesaggio e con attenzione alla sostenibilità ambientale, la moderna cantina di vinificazione venne costruita per valorizzare le caratteristiche di unicità, complessità ed eleganza dei nostri vini. Qui le uve vengono lavorate per caduta, delicati pistoni ottimizzano l’estrazione con le follature, e tutte le fasi della vinificazione e maturazione son curate al meglio. La fermentazione è con i lieviti indigeni provenienti dalle uve stesse e la maturazione avviene ancora nelle storiche cantine della Badia a Coltibuono in botti di rovere.

Oliveti

Immerse nei boschi dei Monti del Chianti che circondano Badia a Coltibuono, le nostre olivete godono di un clima fresco e di un ambiente salubre e ricco di biodiversità. Ad altitudini tra i 480 e i 550 m slm gli olivi delle tradizionali varietà toscane danno oli con note aromatiche fresche ed erbacee. Il gusto, grazie alla raccolta e frangitura entro poche ore, è intenso con la tipica nota piccante che si mantiene a lungo nel tempo. Grazie al clima, alla raccolta al momento ottimale e alla frangitura immediata produciamo oli ricchissimi di polifenoli e antiossidanti e dal gusto eccezionale.

Per la coltivazione biologica dell’uva

Direttive Delinat
per la coltivazione biologica dell’uva, la produzione di vino biologico e per gli aspetti sociali
Scarica pdf
Italiano: https://www.delinat.com/_data/pdf/Richtlinien_it.pdf
Inglese: https://www.delinat.com/_data/pdf/Richtlinien_en.pdf
Tedesco: http://consulting.delinat.com/wordpress/wp-content/uploads/2013/12/D.pdf